Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘porto’

Il porto di Brindisi può diventare il riferimento ideale di Ning Bo, il secondo porto della Cina.

Tale constatazione sta prendendo consistenza nel corso dei numerosi incontri che la delegazione brindisina in visita in Cina sta sostenendo con i responsabili dell’Autorità Portuale di Ning Bo, del Terminal containers, della zona franca situata sull’isola di Meishan (Ning Bo) e con gli amministratori di questa provincia che conta oltre cinque milioni e mezzo di abitanti e che negli ultimi anni ha fatto registrare un tasso di crescita annuo superiore al 20%, con un reddito procapite di ottomila dollari statunitensi all’anno (uno dei più alti della Cina).
Così come emerso chiaramente nel corso del vertice con gli amministratori locali di Ning Bo (la delegazione era guidata dal vice sindaco Zhang Jinkang e dal responsabile del Commercio Estero Gang Yong) il sistema produttivo brindisino può inserirsi a pieno titolo nel contesto di quest’area della Cina, potendo disporre di tecnologie avanzate, di una notevole esperienza maturata sul “campo” in quanto a grandi infrastrutture, a sistemi di sicurezza antiterrorismo e della navigazione ed alla cantieristica navale.
“Questo scambio di esperienze con le autorità di Brindisi – ha affermato il Vice Sindaco Jinkang – ci ha consentito di verificare che ci sono davvero tutti i presupposti per continuare ad approfondire ogni possibile forma di collaborazione. I nostri operatori portuali sono interessati a portare le proprie merci nel Mediterraneo centrale, e quindi Brindisi può risultare strategica, mentre gli imprenditori brindisini possono valutare concretamente la possibilità di inserirsi a pieno titolo nella nostra economia approfittando di un notevole pacchetto di convenienze determinato dal costo del lavoro molto competitivo, da una fiscalità conveniente e da una crescita programmata e costante”.
Dopo l’intervento dell’europarlamentare Gianni De Michelis, che ha illustrato il ruolo strategico del versante adriatico dell’Italia in fatto di strutture portuali, è stata la volta dell’Assessore provinciale alle Politiche Comunitarie Lorenzo Cirasino che, a nome della delegazione brindisina, ha descritto il territorio di questa provincia e, più in generale, il sistema di opportunità offerto dalla Puglia ed ha invitato una delegazione di Ning Bo per una visita istituzionale nel territorio di Brindisi.
Particolarmente interessante è risultato anche l’incontro con i dirigenti della Zona franca di Meishan (la delegazione era guidata dal direttore Tong Bin) in quanto è stato possibile stabilire che esistono concrete possibilità di inserimento delle aziende brindisine più tecnologicamente avanzate in un’area dove si stanno realizzando investimenti infrastrutturali per decine di miliardi di euro.
La delegazione brindisina, recatasi in Oriente con una delle missioni economico-istituzionali organizzate dall’Ufficio unico del PIT 7 – Provincia di Brindisi nell’ambito del progetto “The Near East”, è composta, tra gli altri, dall’Assessore provinciale alle Politiche Comunitarie Lorenzo Cirasino, dal Direttore dell’Ufficio porti e aeroporti della Regione Puglia Carlo Dellino, dal Presidente dell’Azienda speciale della Camera di Commercio di Brindisi Cosimo Convertino e dal responsabile delle politiche di internazionalizzazione della Camera di Commercio di Brindisi Giuseppe Marchionna, ed è guidata dall’europarlamentare, nonché componente della Commissione Unione Europea-Cina, Gianni De Michelis.
La missione prosegue nei prossimi giorni a Shanghai con la presenza di una selezione di imprese della provincia di Brindisi che avranno l’opportunità di incontrare i responsabili di aziende omologhe per verificare la nascita di ogni possibile forma di joint venture.

Fonte: www.brundisium.net

Read Full Post »